Opportunità OrientamentoOpportunità FormazioneOpportunità Lavoro
Resta collegato
 

Istat: disoccupazione a luglio ferma a 12%, per giovani sale a 39,5

TMNews - 30 Agosto 2013

Disoccupazione ferma al 12% a luglio, invariata rispetto a giugno, ma in aumento per quanto riguarda i giovani.

Lo ha comunicato l'Istat spiegando che, su base annua, è in aumento di 1,3 punti percentuali. La disoccupazione, dunque, resta su livelli alti. Il numero di disoccupati, pari a 3 milioni 76 mila, è diminuito dello 0,3% rispetto al mese precedente (-10 mila) ma è aumentato dell'11,8% su base annua (+325 mila).

Secondo i dati dell'Istat, tra i 15-24enni, il tasso di disoccupazione ovvero l'incidenza dei disoccupati sul totale di quelli occupati o in cerca, è pari al 39,5%, in aumento di 0,4 punti percentuali rispetto al mese precedente e di 4,3 punti rispetto ad un anno fa.

Pagina di 1

Inserisci un commento:

Commenti (1-5 su 5):

Martina ha detto:
Si ma con questa mentalità non si esce dal baratro, basterebbero controlli più accurati per verificare che effettivamente chi percepisce il reddito ne abbia i requisiti e programmi di inserimento che permettano di trovare un lavoro per chi ne ha bisogno
Maurizio ha detto:
Bah non credo che il reddito di cittadinanza serva a qualcosa, i furbi ne approfitterebbero immediatamente per avere uno stipendio garantito e magari qualche lavoro in nero aggiuntivo...
Martina ha detto:
E ancora si rifiutano di dare il reddito di cittadinanza? Come sperano di far ripartire l'economia se nessuno ha più un centesimo da spendere?

Antonio ha detto:
Con che coraggio aggiungerei...
così choosy da essere costretti ad emigrare a causa della loro incapacità di garantirci un futuro
Mario ha detto:
Come ci ha definito la Fornero ?

Choosy !!!!

Altro che choosy. Si dessero da fere per trovare soluzioni al problema della disoccupazione giovanile invece di criticare soltanto mentre incassano stipendi e/o consulenze da paura.

Torna indietro